• Web Social Agency

I social media per i liberi professionisti


Sono in molti tra i liberi professionisti a credere che i social media come Facebook e Instagram, lato marketing, siano utili per le aziende e per i commercianti ma non per loro.

Questo ovviamente non è vero, come dimostreremo di seguito illustrando il caso di un nostro cliente che ha invece ottenuto un notevole riscontro in termini di lead generation e di creazione di una community.


IL CASO

Il caso in questione è quello del Dott. Carlo Pellegrini, per il quale abbiamo realizzato una strategia ad hoc, diversa da quanto realizzato per le aziende, poiché cambiano gli obiettivi e le tecniche per raggiungere il pubblico di riferimento.

GLI STEP

Il primo passo risiede ovviamente nell’elaborazione di contenuti mirati e validi, dove a testi che in modo facile illustrano metodologie e tipi di operazioni eseguite (ma sempre SEO Oriented) vengono abbinate immagini e video che illustrino bene quanto viene fatto.

In più è fondamentale anche puntare sull’immagine stessa, infatti bisogna tenere sempre presente che i social nascono per permettere alle persone di mantenere relazioni tra loro e, chi esercita la libera professione, per l’appunto, è una persona, non un’azienda!

E quando si tratta di persone mostrare il proprio volto o spiegare in modo semplice un tipo di operazione, consente di creare una connessione diretta e che crea fiducia negli utenti, che tendono di conseguenza ad interagire ed a voler comunicare chiedendo pareri ed informazioni circa i servizi offerti.

Oltre quindi ad un piano strategico redatto attentamente e capace di inserire tutti gli elementi utili sia dal punto di vista informativo che dell’engagement, con l’implementazione da parte delle piattaforme social di strumenti come domande e sondaggi, utili per dare contributi di valore ai propri utenti e chiedere riscontro, i risultati in termini di lead generation sono poi aumentati.

I RISULTATI

Le risposte in termini di interazioni sono aumentate considerevolmente, con una media che si attesta tranquillamente oltre le 10 lead mensili senza l’utilizzo di budget per mettere i contenuti in evidenza.

Molti professionisti con cui abbiamo parlato ci hanno spesso detto di aver provato a pubblicare o anche a promuovere i propri contenuti sui social, ma senza successo e ciò, unito alla mancanza di tempo li ha portati a credere che i social non facciano al caso loro, rinunciando di conseguenza ad una grossa fetta di mercato.

Sei ancora convinto che i social non facciano per te?


0 visualizzazioni