• Web Social Agency

La creatività nell'era del "tutto fatto"

La vita del designer è un continuo alternarsi di momenti di creatività estrema in cui qualsiasi pezzo di carta diventa terreno fertile per le idee e momenti in cui spesso, o molto spesso, il file di fronte a sé rimane un foglio bianco.



La creatività per questo lavoro è importantissima perché è ciò che differenzia un designer da un altro. Ma è una componente che si muove in società con altre costanti creative: l’idea, l’ispirazione, il tempo e il metodo.


Ovviamente la creatività non è un metodo scientifico, e sul posto di lavoro a causa delle tempistiche di produzione è difficile appagare la propria anima creativa. Ci sono molteplici situazioni dove, però, abbiamo il compito di creare qualcosa di diverso. La nostra curiosità è la prima arma della creatività, senza essa non potremmo sperimentare e quindi progettare o creare qualcosa. Ma come detto prima vi sono molti casi in cui la creatività viene meno. Ecco perchè diventa fondamentale adoperare un metodo che ci aiuti a sviluppare le nostre idee.


TECNICHE DI BRAINSTORMING, RENDERE VISIVE LE IDEE


Molte volte il lavoro dell’esperto di comunicazione è diventare creativi su richiesta.

Il brainstorming può essere d’aiuto proprio per migliorare il flusso di lavoro e per rendere più efficace il processo creativo. La mind map, o mappa mentale, è una delle tecniche di brainstorming più conosciuta ed usata. E’ la rappresentazione grafica che mette in relazione diverse idee a partire da una parola chiave.

CURIOSITÀ


Questo metodo è puro e semplice ma forse il più significativo di tutti: è la volontà e la capacità di bombardarsi di immagine visive, non solo attraverso il pc, ma tratte anche dalla vita quotidiana, dalle pubblicità televisive, dai film, da tutto ciò che diventa poi il brodo delle idee. Cosi facendo, durante un processo creativo, si avrà inconsciamente un rimando a tutto ciò che si è visto.


ISPIRAZIONE


Viviamo in un periodo dove visivamente è stato creato è fatto di tutto, ma questo non è un limite, bensì una risorsa utile per migliorarsi, perché non c’è cosa migliore della possibilità di prendere ispirazione e documentarsi da ciò che è stato fatto precedentemente. Molte problematiche si possono risolvere prendendo ispirazione da altre e altre volte è l’arma principale per iniziare e concludere un progetto. Bisognerebbe prendere ispirazioni attraverso 3 soluzioni:

- Ispirarsi attraverso il Web, perché il web ci offre molteplici soluzioni permettendoci di navigare nel mondo delle idee. Ad esempio possimao navigare attraverso le webpage di alcuni siti con settori tematici precisi, come: Beahnce, Pinterest e DesignIspirations;

- Ispirarsi ai progetti delle migliori agenzie di comunicazioni, studiando come sono stati affrontati e come sono stati sviluppati; la loro idea potrebbe essere una buona ispirazione per un progetto che ha medesime caratteristiche.

Forse l’ispirazione migliore di tutte è apprendere dai grandi, dal mondo dell’arte, e ricordarsi che le regole che abbiamo oggi sono state sviluppate e create grazie alla genialità di quel singolo artista o di quel gruppo di artisti che sono andati oltre.

A questo proposito vi ricordo alcune grandi personalità da cui prendere ispirazione.

Milton Glaser


È entrato nell'immaginario collettivo grazie a quello che, forse, è il più noto dei suoi lavori, il logo "I Love New York", nel quale la parola "love" è sostituita da un cuore, commissionatogli dallo Stato di New York. La geniale idea di associare graficamente al concetto di amore un cuore è ormai usata da tutti, perfino dagli innamorati nei loro teneri messaggi d'amore.

"Nel nostro campo la professionalità non è sufficiente. Ciò che più ci viene chiesto è di trasgredire continuamente. La professionalità non permette questo perché la trasgressione ha in sé il rischio del fallimento, e l’istinto naturale di un professionista è di non fallire, di ripetere i successi che ha ottenuto in passato. Quindi aspirare al professionismo per tutta la vita è un obiettivo limitato."


Armando Testa

Una creatività critica e libera, che spiazza e seduce con la semplicità. Ad Armando Testa piace la sintesi, la purezza del tratto, l'immediatezza del messaggio, un insegnamento che gli arriva dall’apprendistato in tipografia. Una filosofia che sconfina nell'arte: nel tratto di Armando Testa ci sono le linee astratte di Mondrian, la lezione del Bauhaus, i paradossi del Surrealismo, gli accenti ludici della Pop Art. Questa contaminazione è figlia di un amore assoluto per l'arte. Testa assimila ciò che vede e lo rielabora a modo suo, trasformando le avanguardie del Novecento in comunicazione di massa.


Paula Sher


Paula Scher è uno dei grafici più influenti al mondo. I suoi lavori si caratterizzano per l’uso eclettico della tipografia. Questa scelta definirà la sua identità e influenzerà molto la creatività degli anni ’70 e ’80.


Altri Artisti che invito a visionare sono:

Paul Rand, Fortunato Depero, Giovanni Pintori, Bruno Munari, Armando Milani, Massimo Vignelli e Leo Burnett.


Andrea Arnone

84 visualizzazioni

Policy Privacy

powered by websocialagency.com

  • BEHANCE
  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White YouTube Icon
  • Pinterest - Bianco Circle
  • White LinkedIn Icon

info@websocialagency.it

0984 1634919  //  391 4781878