• Web Social Agency

La piramide di Maslow: gli step per un business vincente


Nella maggior parte dei casi, molte aziende pianificano la loro social media policy in maniera improvvisata ed occasionale, sottovalutando in questo modo il potenziale danno che potrebbero arrecare alla loro immagine e, di riflesso, alla loro brand identity.

Diversi studi in merito, condotti nel corso degli anni, hanno suggerito, per le stesse imprese, un approccio ai social media orientato alla Piramide dei bisogni redatta da Maslow. Lo scopo del sociologo americano era quello di stabilire, all'inizio degli anni 50, una gerarchia di bisogni caratterizzati da una scala crescente, dai più elementari ai più complessi, che accomunasse tutti gli individui. Così come questi ultimi cercavano di realizzare i propri bisogni, nello stesso modo le aziende tendono oggi a realizzare, in maniera efficace la loro strategia di social media marketing seguendo step specifici e strutturati in modo piramidale.


GLI STEP

  • Social Presence Siamo in una fase embrionale in cui le attività imprenditoriali si rendono conto di non poter fare a meno di essere presente sui social, scegliendo le piattaforme preferite.

  • Engagement Ovviamente, la semplice presenza non serve quasi a nulla. Il passo successivo è, dunque, quello di coinvolgere la propria communitye interagire con essa, aumentando il livello di engagement.

  • Content Marketing Di seguito, l'obiettivo da perseguire è incrementare il proprio business. In altre parole, risulta necessario a questo punto, esercitare un'assidua attività di content marketing e content curationattraverso la redazione di un piano editoriale che stabilisca i contenuti su cui contare. Tutto ciò rappresenta lo snodo cruciale verso un uso consapevole dei sociali come canali di affari.

  • Traffic & Conversion Il passaggio obbligato consiste, poi, nell'ottimizzare il processo di conversione, dopo aver generato traffico sui propri canali on line. Il riscontro di tutto questo si potrà ottenere solamente nel medio -lungo periodo.

  • Strategic Integration Bisogna capire, infine, che una buona comunicazione non deve essere considerata alla stregua di un'attività a se e separata da tutte le altre, ma come un qualcosa che venga inglobato all'interno delle più importanti strategie aziendali.


0 visualizzazioni